Regione Lombardia sostiene la montagna, importante risorse del territorio

La montagna rappresenta una importantissima risorsa, sotto diversi aspetti: naturale, economico, sportivo. Per questo motivo, rappresentando una notevole parte del suo territorio, Regione Lombardia ha sempre mostrato grande attenzione verso le attività turistiche e sportive in alta quota.

5 milioni per i comprensori sciistici

Proprio recentemente, la Giunta regionale lombarda ha stanziato fino a 5 milioni di euro a favore dei comprensori sciistici, un’azione che «rappresenta il concreto segnale da parte di Regione Lombardia nei confronti del mondo della montagna e, nello specifico, dei comprensori sciistici e degli impianti di risalita», come ha detto l’assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi, commentando la delibera approvata dalla Giunta, su sua proposta, sui criteri per l’assegnazione dei contributi a sostegno dei comprensori sciistici.

«Mettiamo a disposizione, con il Fondo “Frisp – Impianti di risalita II”, fino a 5 milioni di euro – ha spiegato l’assessore Rossi – per interventi sugli impianti di risalita nelle province di Sondrio, Brescia, Bergamo, Lecco, Como, Varese e Pavia». «Fondi – ha concluso – destinati a soggetti pubblici o privati, proprietari e/o gestori di impianti di risalita funzionali alla pratica dello sci, presenti sul territorio lombardo, in forma singola o aggregata mediante contratti di rete».

Si tratta di agevolazioni finanziarie finalizzate alla miglioria, all’adeguamento e alla sicurezza degli impianti di risalita e delle piste da sci lombarde. Le risorse finanziarie destinate all’iniziativa sono di circa 2,3 milioni di euro con possibilità di un ulteriore incremento di oltre 2,9 milioni di euro.

Verrà predisposto dalla Regione uno specifico bando, nel quale saranno definiti le modalità e i termini per la presentazione delle domande di contributo, le modalità di assegnazione ed erogazione delle agevolazioni finanziarie, nonché le scadenze per gli adempimenti amministrativi.

Open Day 2015: in Lombardia si impara a sciare gratis

Sempre nell’ottica di favorire le attività di montagna, Regione Lombardia sostiene e valorizza l’ottava edizione dell’Open Day dell’Amsi Lombardia, l’Associazione dei maestri di sci, in programma per domenica 13 dicembre 2015. Si tratta di un’intera giornata in cui i professionisti della neve lombardi saranno a disposizione per lezioni collettive gratuite di 2 ore dedicate ai bambini e agli adulti nelle discipline dello sci alpino, dello sci nordico, dello snowboard, del telemark e anche per bambini diversamente abili. Le Scuole aderenti all’iniziativa sono 60. È un’occasione interessante per mamme e papà che intendono avvicinare i propri figli alla neve, allo sport e alle splendide località montane della Lombardia, e per loro stessi per acquisire le prime nozioni sciistiche. Un’opportunità pertanto per capire come si svolge una lezione di sci o snowboard sulla neve e incentivare l’afflusso nelle scuole, dando il via a una stagione in sicurezza grazie ai professionisti della neve. Una manifestazione in continua crescita: si è passati dai 580 bambini coinvolti nella prima edizione del 2008 agli oltre 1.000 del 2014.

Aderire all’Open Day è semplice: basta contattare la Scuola Sci o Snowboard più vicina e comunicare l’adesione a Open Day 2015, la scuola fornirà tutte le indicazioni utili. L’elenco delle scuole è consultabile sul sito: www.amsi-lombardia.com.

A S. Caterina Valfurva torna la Coppa del Mondo

Per gli appassionati dello sci alpino, il 29 dicembre 2015 si disputerà a S. Caterina Valfurva la gara di Coppa del Mondo di discesa libera maschile lungo la pista Deborah Compagnoni. Una picchiata emozionante dalla cresta del monte Sobretta, 3.200 metri con mille metri di dislivello in cui i discesisti troveranno ogni tipo di difficoltà tecnica: sei salti, decine di dossi, curve di ogni raggio, compressioni e anche una parabolica. Quasi due minuti a tutta velocità dove gli atleti non hanno un attimo di relax. Come hanno potuto riscontrare anche i responsabili della Fis nell’ispezione finale a inizio ottobre, sarà sicuramente teatro di una gara spettacolare.

Questo il programma della manifestazione:

domenica 27 dicembre

– 11.30 Prova ufficiale discesa libera

lunedì 28 dicembre

– 11.30 Prova ufficiale discesa libera

– 12.30/16.00 Degustazioni enogastronomiche

– 16.30 Intrattenimento enogastronomico e musicale

– 18.00 Sfilata benaugurante, autografi con i campioni della squadra italiana e sorteggio dei pettorali

martedì 29 dicembre

– 11.00/158.00 Live music

– 11.30 Gara di discesa libera valevole per la Coppa del Mondo di sci Alpino FIS

La Sgambeda di Livigno

Per gli amanti dello sci nordico, invece, l’appuntamento ideale è a Livigno per La Sgambeda. Dall’anno scorso, la maratona di gran fondo è entrata a far parte del prestigioso circuito internazionale Visma Ski Classics, che racchiude le nove classiche di tutto il mondo, tra cui la Vasaloppet in Svezia e la Marcialonga delle Valli di Fiemme e Fassa , e che inaugura la stagione proprio da Livigno con un prologo a squadre in programma quest’anno il 5 dicembre. Il 6 dicembre, invece, è la volta de La Sgambeda Classic, 35 km in tecnica classica, con partenza dal centro del paese per salire, via via, verso la zona della Forcola, dove i boschi e gli scorci suggestivi fra le baite rendono particolarmente affascinante il percorso. E per i più piccoli viene organizzata la Minisgambeda, che si tiene il giorno prima, sabato 5 dicembre, con percorsi da 1 a 5 km, adatti sia a giovani agonisti sia ai più piccoli che vogliono avvicinarsi agli sci stretti. Regione Lombardia contribuisce concretamente alla realizzazione della manifestazione, giunta alla 26ª edizione, che è una grande vetrina per lo sport dello sci di fondo a livello nazionale e internazionale.